Tirocinio

Il tirocinio di inserimento permette ad un’impresa di ospitare presso la propria struttura una persona in cerca di occupazione, per massimo 12 mesi.

L’attivazione del tirocinio non comporta oneri fiscali e previdenziali a carico dell’impresa ospitante. Queste ultime hanno, inoltre, la possibilità di avere in prova un lavoratore e valutarne le capacità, senza alcun vincolo di assunzione, mettendosi così al riparo da eventuali sanzioni e controlli ispettivi.

Possono accedere a tale servizio tutte le imprese iscritte nel Registro delle Imprese e tutti gli studi professionali; mentre il tirocinante deve aver assolto all’obbligo scolastico e essere iscritto al centro per l’impiego.

I documenti necessari per l’impresa sono:

  • visura aggiornata;
  • polizza RCT;
  • documento d’identità e codice fiscale del titolare/rappresentante;
  • posizione INAIL;
  • ammontare del rimborso mensile;
  • nomina del tutor (nominativo e posizione in azienda).

Per il tirocinante:

  • ricevuta di iscrizione al centro per l’impiego;
  • copia del titolo di studio;
  • documento d’identità e codice fiscale.